Monthly Archives: giugno 2016

Le armi da fuoco in Italia

armipostit01_blog

Quante sono le armi in Italia? “Saperlo con precisione è tutt’altro che semplice” – scrive Riccardo Saporiti su Wired – “ci sono quelle detenute legalmente: più di un milione e centomila nel 2014 secondo la Polizia di Stato, utilizzate in gran parte per caccia o per sport. Appena ventimila sono state acquistate per ragioni di difesa personale”. Continua a leggere l’articolo e consulta le tabelle.

Ladri in casa: è giusto reagire?

bande-georgiane

“Vogliamo provare a essere razionali? Entrare forzatamente in una casa, magari di notte, è un atto molto più grave dell’intrufolarsi nottetempo in un negozio o in una banca”: una mail pubblicata dal giornalista Beppe Severgnini, all’interno della rubrica Italians sul Corriere della Sera, offre uno spunto di riflessione sulla necessità di distinguere la gravità dei furti in casa da quelli a danno di esercizi commerciali. Leggi qui.

La proposta di legge popolare sulla nuova legittima difesa

L’articolo 614 del Codice penale, rubricato “Violazione di domicilio”, prevede attualmente:
– la pena della reclusione da sei mesi a tre anni e la procedibilità del reato a querela per chi “s’introduce nell’abitazione altrui, o in un altro luogo di privata dimora, o nelle appartenenze di essi, contro la volontà espressa o tacita di chi ha il diritto di escluderlo, ovvero vi s’introduce clandestinamente o con inganno”;
– la pena da uno a cinque anni e la procedibilità d’ufficio se la violazione di domicilio è commessa con un violenza sulle cose (è il caso, ad esempio, di chi entri scassinando la porta o rompendo una finestra) o sulle persone, oppure da una persona palesemente armata.

Il testo del nuovo art. 614 prevederebbe invece:
– un innalzamento della pena base, che dovrebbe essere applicata nella misura “da uno a sei anni”;
– un innalzamento della pena “aggravata”, nella nuova cornice “da due a sette anni”;
– la procedibilità d’ufficio del reato in tutti i casi in cui la violazione di domicilio fosse finalizzata a commettere un altro reato, perseguibile d’ufficio;
– l’inserimento di una disposizione completamente nuova, secondo la quale “colui che ha posto in essere una condotta prevista dai commi precedenti non può chiedere il risarcimento di qualsivoglia danno subito in occasione della sua introduzione nei luoghi di cui al primo comma”.

Continua a leggere cosa prevede la proposta dell’Italia dei Valori

Il libro: Per tutto l’oro del mondo di Massimo Carlotto

Una delle tante rapine nelle ville delle campagne del Nordest finisce in tragedia con un duplice e brutale omicidio. Nonostante gli sforzi, le indagini non portano a nulla. Due anni dopo Marco Buratti viene contattato per indagare sul crimine e scoprire i responsabili. Il suo cliente è giovane, il più giovane che gli sia mai capitato, ha appena dodici anni ed è il figlio di una delle vittime che lo ingaggia offrendogli venti centesimi di anticipo.

Qui la scheda Per tutto l’oro del mondo di Massimo Carlotto (edizioni e/o)

cover_9788866327134_1476_600

Prevedere furti in casa: una ricerca

I furti in abitazione sono in crescita in molti paesi europei, ad eccezione del Regno Unito. L’aumento è avvenuto soprattutto a partire dal 2008. Diverse sono le possibili cause di questo incremento. In particolare, la crisi economica europea può aver influito in molti modi.

Da un lato, la prolungata mancanza di opportunità di lavoro legale può aver aumentato il numero di potenziali autori di furti in abitazione. Ciò può aver favorito lo svilupparsi di bande specializzate in rapine e furti in abitazione che operano spostandosi all’interno dello spazio comune europeo. Ciò ha reso più attraente la commissione dei furti in abitazione, anche in considerazione della difficoltà di identificare e arrestare gli autori di questo tipo di reato. L’aumento dei furti in abitazione è quindi dovuto all’effetto combinato di diverse cause.

Qui il pdf della ricerca di TransCrime

1 33 34 35