Un nuovo corso per la Fiom?

landini

L’accordo sui metalmeccanici, stavolta, è siglato anche dalla Fiom di Maurizio Landini, che accetta un’apertura sui contratti aziendali e dà così prova di un clima nuovo tra le parti sociali: non più conflittuale, ma di collaborazione tra i “corpi intermedi” (che sopravvivono dunque nell’età della disintermediazione) perchè serve unità, e idee nuove, per mantenere l’industria competitiva.

Francesca Re David, presidente del comitato centrale Fiom-Cgil

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.