Svizzera, “sogno” dei medici italiani

love_svizzera-kcah-u2721971049149vhe-258x258sanita2

Il numero di dottori che si sono trasferiti è cresciuto di quattro volte nel giro di otto anni. Arrivano tanti chirurghi perché esserlo in Italia è diventato “disincentivante” e “chi è specializzato è in grado di svolgere autonomamente gli interventi”. Le differenze rispetto al nostro Paese? “Qui c’è cura del dettaglio in tutti gli ospedali. Da noi magari c’è un centro d’eccellenza e uno disastroso”

Ludovica Liuni su Il Fatto Quotidiano

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.