Il libro: Bestiario di finanza. Nella savana della finanza fra prede e predatori

Se la finanza è una giungla, prima di avventurarvisi è meglio conoscere i predatori: la fauna finanziaria si è moltiplicata e alcune specie si sono ingigantite diventando un pericolo per tutti, forse anche per se stesse. Nelle praterie del denaro scorrazzano 300.000 istituzioni finanziarie censite, prima o poi ne incontrerai una: sarà un pacifico erbivoro o un feroce tirannosauro? Un falco travestito da colomba o uno sciame di locuste distruttrici? Per non parlare degli animali notturni che si muovono nell’oscurità, la finanza ombra. Anche gli strumenti finanziari si sono moltiplicati, generando una confusione di sigle: Swap, Cds, Cdo, Rmbs. Tutti viviamo sotto enormi dighe di denaro non nostro: anche piccole onde possono tracimare e travolgere i torrenti, il nostro reddito, i nostri consumi e investimenti. Questo libro si propone di spiegare al grande pubblico cos’è la finanza e come opera, raccontando chi sono i predatori e le prede di questo ecosistema, quanto denaro muovono e se a noi, che non sediamo allo stesso tavolo di gioco, importa qualcosa.

Franco Becchis, Bestiario di finanza (Castelvecchi)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *