I migranti africani la chiave per la solidarietà del futuro

touadi1

Decenni di aiuti allo sviluppo hanno reso l’Africa più passiva e dipendente, ma solo in parte. E oggi una nuova cooperazione deve ripartire dagli africani della diaspora, dai migranti che possono essere ponti tra l’Europa e i loro paesi. L’analisi e la proposta, affascinante, dello studioso Jean Leonard Touadi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *