Monthly Archives: giugno 2017

La paura degli italiani. Ascolta la puntata

man-with-a-gun-1172389_960_720

Sono arrivate tante telefonate nei giorni scorsi su temi diversi: dalla concessione della cittadinanza, lo ius soli, la sicurezza, la legittima difesa, il nesso spesso presente tra sicurezza e immigrazione. Ma c’è un filo rosso, un sentimento di fondo: gli osservatori dicono che la paura è solo percepita e i dati reali smentiscono che l’Italia sia un paese pericoloso. Eppure tanti italiani la pensano in modo diverso, un’ascoltatrice ci dice: “la paura non è percepita. L’insicurezza serpeggia ovunque e la paura degli italiani si declina in tanti modi. Oggi #LaCittà prova a fare chiarezza: quanti reati ci sono? Quanti sono commessi dagli stranieri? La nostra paura è reale o percepita?

Gli ospiti del 15 giugno 2017

Luigi Zoja, psicanalista, tra i suoi libri Il gesto di Ettore (Bollati Boringhieri) Utopie minimaliste (Chiarelettere), Psiche, (Bollati Boringhieri)

Antonio Nizzoli, curatore del rapporto 2016 sulla sicurezza e l’insicurezza sociale in Europa, un’iniziativa Demos – Osservatorio di Pavia

Emma Bonino è stata Ministra degli Affari Esteri  nel Governo Letta dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014. È una delle figure più importanti del radicalismo liberale italiano dell’età repubblicana.

Gianpiero Dalla Zuanna, senatore del Pd, insegna Demografia all’Università di Padova dove è stato anche preside della facoltà di Scienze Statistiche. Ha scritto, con Stefano Allievi, Tutto quello che non vi hanno ami detto sull’immigrazione (Laterza).

Ascolta la puntata

Paranoia 2.0

zoja

E’ una società ansiosa e paranoica quella che ci descrive lo psicoanalista Luigi Zoja. Ma la paura collettiva dimentica killer meno identificabili, come lo smog. Paradossalmente la paura aumenta quando il crimine diminuisce. Qui la sua analisi

Ero straniero – L’umanità che fa bene

copertinafb

La campagna “Ero Straniero – L’umanità che fa bene” è stata lanciata ufficialmente il 12 aprile in una conferenza stampa al Senato da Emma Bonino e dalle altre organizzazioni che, insieme a Radicali Italiani, sono promotrici della legge di iniziativa popolare per superare la legge Bossi – Fini e cambiare le politiche sull’immigrazione puntando su inclusione e lavoro.

Guarda la MAPPA DEI TAVOLI dove puoi firmare o DAI LA TUA DISPONIBILITÀ per aiutarci nella raccolta firme

La legge di iniziativa popolare dal titolo “Nuove norme per la promozione del regolare permesso di soggiorno e dell’inclusione sociale e lavorativa di cittadini stranieri non comunitari” è promossa da Radicali Italiani insieme a Fondazione Casa della carità “Angelo Abriani”, ACLI, ARCI, ASGI, Centro Astalli, CNCA, A Buon Diritto, CILD, con il sostegno di numerose organizzazioni impegnate sul fronte dell’immigrazione, tra cui Caritas Italiana, Fondazione Migrantes Comunità di Sant’Egidio e tante associazioni locali.

Clicca qui per approfondire

Sicurezza e giustizia

Senza-titolo14-750x357

Non è facile definire con precisione l’insicurezza, anche se è fra i sentimenti che caratterizzano maggiormente gli atteggiamenti sociali, nel nostro tempo. Tuttavia, vi contribuiscono molteplici motivi, assai diversi tra loro, legati all’economia, al lavoro, alla finanza; oppure alle minacce costituite dai conflitti globali; o, ancora, ai rischi per la salute, ai pericoli che si corrono sulle strade, agli incidenti sul lavoro. Negli ultimi anni, tuttavia, l’insicurezza è stata connessa, in modo inscindibile, alla criminalità comune: nella percezione sociale, nella comunicazione pubblica e di vita quotidiana. L’Osservatorio “monitora” le percezioni dell’opinione pubblica in Italia, Germania, Gran Bretagna, Francia e Spagna in materia di sicurezza e il principale Tg pubblico di ciascuno di questi Paesi, classificando le notizie in base alla presenza o assenza di connotati ansiogeni…

Clicca qui per leggere il Rapporto Sicurezza 2016

Tutti ne parlano, pochi ne sanno

3920239

A fronte delle continue proposte di aumentare le pene, di incrementare la presenza e la visibilità delle forze di polizia e di adottare una politica di rigore nei confronti del degrado e delle inciviltà, di cui gli stranieri sarebbero i principali portatori, la sensazione per chi studia la “questione criminale” è che pochi opinion leader possiedano una conoscenza approfondita del campo penale. Il libro di Adolfo Ceretti e Roberto Cornelli fa un quadro del dibattito italiano. Di più qui