Non si può giocare sulla vita dei migranti

LE_Eithne_Operation_Triton

Marco Bertotto, responsabile dell’advocacy di Medici Senza Frontiere, sostiene che la campagna denigratoria nei confronti delle ONG che si occupano di migranti è un modo per spostare l’attenzione dal fallimento delle politiche europee sul soccorso in mare, che hanno portato all’aumento dei morti in mare. Ascoltalo qui

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.