Perché nel 2017 sono aumentati morti e infortuni sul lavoro

el primo trimestre 2017, rispetto allo stesso periodo 2016, sia gli infortuni che i morti sul lavoro sono cresciuti, rispettivamente del 5,9% e dell’8,0%. Negli ultimi decenni il fenomeno infortunistico aveva mostrato una costante tendenza alla diminuzione, che si è particolarmente accentuata a partire dal 2008 e si è protratta fino al 2014. In questi anni, in cui il paese ha attraversato una profonda crisi economica, al favorevole trend già in atto si è sommato, infatti, il calo della produzione e dell’occupazione (sia in termini di occupati che di ore lavorate) che ha comportato una parallela contrazione dell’esposizione al rischio e quindi degli infortuni stessi.

Ma negli anni 2015 e 2016 l’andamento infortunistico ha cominciato a mostrare ritmi altalenanti a volte per gli infortuni in generale a volte per quelli con esito mortale. Questo inizio 2017 si presenta invece con segnali diffusi, univoci e, purtroppo, inequivocabili”, commenta Franco D’Amico, responsabile dei servizi statistici di Anmil, che stamattina ha presentato a Roma il primo rapporto sulla salute e sicurezza sul lavoro.

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.