In attesa dell’112, numero unico delle emergenze. Ascolta la puntata

pronto-soccorso

“Mio padre stava morendo e al 118 rispondeva solo un disco”, è la straziante lettera pubblicata ieri da Repubblica. Questo terribile caso di cronaca ci fa tornare a parlare di sanità, di pronto soccorso, di ospedali. Alcuni imputano le falle al numero unico 112. Ma, al netto di moltissimi casi di eccellenze mediche, quali sono le lacune del sistema sanitario? Come funziona il Pronto Soccorso? E qual è la nostra fiducia nei confronti dell’organizzazione della sanità?

Gli ospiti del 10 agosto 2017

Maria Pia Ruggieri presidente nazionale Simeu, Società italiana della Medicina di emergenza-urgenza. Ha presentato insieme al Tribunale del Malato un monitoraggio sui Pronto soccorso italiani e la Carta dei diritti al Pronto Soccorso

Alessandro Solipaca, segretario scientifico dell’Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane

Michaela Liuccio, presidente del corso di laurea in comunicazione scientifica biomedica, sociologa della salute e della medicina alla Sapienza. Ha scritto, insieme a altri, La malasanità in scena (Edizioni Nuova Cultura, 2011)

Juan Carlos de Martin, insegna ingegneria dell’informazione al Politecnico di Torino dove si occupa di multimedialità digitale e dove dirige il centro Nexa su Internet e Società

Ascolta la puntata

 

Comments

comments

Un commento

  • Ho chiamato i VVFF in Friuli, ho dovuto spiegare sia all’operatore 112 che al centralino 115, quindi il tempo si è dilatato. Se avessi chiamato subito il 115 la mia richiesta sarebbe gestita più velocemente. Come si spiega questo?

Rispondi a ANDREA Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.