Arriva la generazione Fake News: i giovani ormai diffidano delle notizie

«Un tempo gli insegnanti temevano che i ragazzi potessero credere a tutto quello che leggevano, oggi sono sempre più preoccupati dal fatto che gli studenti crescano pensando che sia tutto falso, o peggio, che una notizia vera o falsa sia solo una questione di scelta» scrive Jessica Contrera sul Washington Post nella sezione Style in un articolo che si interroga sulle generazioni che crescono in un Paese in cui il presidente americano ha twittato la parola Fake News almeno cento volte da quando si è insediato.

Continua a leggere sul Corriere della Sera.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *