Monthly Archives: ottobre 2017

Referendum: le autonomie del Nord

a30b12b0-c155-4196-b3ce-ae5f2b274afb_large

Bruno e Matteo, due ascoltatori stamattina dal Veneto, una delle due regioni, insieme alla Lombardia, dove domenica si vota il referendum per l’autonomia regionale.
Le regole e le modalità di una consultazione particolare, voci favorevoli e contrarie a questo desiderio di separarsi, ma indaghiamo anche le ragioni storiche della volontà di autonomia del Lombardo-Veneto e quelle psicologiche, anche individuali, di una sempre maggiore autonomia, indipendenza.

Gli ospiti del 19 ottobre 2017

Riccardo Barbisan, vicecapogruppo della Lega Nord presso il Consiglio Regionale del Veneto
Pietro Basso
, sociologo, ha insegnato all’Università Ca’Foscari, è portavoce di due comitati di cittadini che chiedono un confronto sulle “verità di Zaia” in materia di Referendum
Paolo Balduzzi
, economista, insegna Scienze delle Finanze all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, si occupa molto, tra le altre cose, di federalismo fiscale, E’ membro e Segretario generale dell’associazione ITalents. E’ stato membro della Commissione tecnica per la revisione della spesa guidata da Carlo Cottarelli per i capitoli di spesa sui costi della politica. Citiamo un suo articolo su Lavoce.info del 14 luglio, “Referendum in Lombardia e Veneto: la fiera dell’inutilità” 
Luigi Zoja
, psicoanalista, autore di molti libri tra i quali citiamo Il gesto di Ettore (Bollati Boringhieri), Utopie minimaliste (Chiarelettere), Psiche (Bollati Boringhieri)

Guida completa ai referendum sull’autonomia

Il prossimo 22 ottobre in Lombardia e Veneto si terrà un referendum sull’autonomia. Sono referendum legali, organizzati con l’accordo del governo e con lo scopo di avviare una procedura prevista dalla Costituzione con la quale le regioni possono chiedere maggiore autonomia nella gestione delle proprie risorse. Sono referendum consultivi, però, che quindi non avranno esiti vincolanti né per le regioni né per il governo centrale, e per questo si è discusso molto del fatto che fosse o no opportuno indirli e del significato politico che gli è attribuito dai presidenti delle due regioni, che fanno parte entrambi della Lega Nord.

Per cosa si vota esattamente?
Ai cittadini di Veneto e Lombardia sarà chiesto se vogliono che la loro giunta regionale faccia richiesta allo Stato di avere maggiore autonomia tramite una procedura prevista dalla Costituzione.

Approfondisci su IlPost.it