Ho vissuto cinque anni da infiltrata nel più pericoloso partito neonazista europeo

Dopo la crisi finanziaria del 2009, in Grecia il partito neo-nazista Alba Dorata continua a ottenere sempre maggiori consensi. Nonostante 69 membri – inclusi alcuni deputati – siano sotto processo per aver “gestito un’organizzazione criminale che intimidisce e uccide i migranti e i propri oppositori politici,” il partito è comunque riuscito a conquistare 18 seggi nelle elezioni nazionali dello scorso anno.

Quando uno dei deputati di Alba Dorata è stato accusato di aggressione, per aver schiaffeggiato un’esponente politica donna durante un dibattito televisivo, gli oppositori speravano che il vento sarebbe cambiato — ma sono rimasti delusi. La crescita di popolarità non si è fermata nemmeno quando il leader del partito Nikolaos Michaloliako ha affermato che Alba Dorata è “politicamente responsabile” dell’omicidio del rapper antifascista Pavlos Fyssas.

Julie Tomlin su Vice.com

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *