Gerusalemme capitale contesa. Quali conseguenze?

panorama_gerusalemme_giorno_01_0

La Città oggi va a Gerusalemme. La signora Esther chiama a Prima Pagina e dice: la mia famiglia è in Italia dal 1492, ma Gerusalemme è la mia capitale. Ed è di poche ore fa l’annuncio di Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele e del futuro trasferimento della ambasciata USA da Tel Aviv. Lo aveva promesso in campagna elettorale e mantiene la parola senza tener conto delle ripercussioni diplomatiche nel mondo arabo. Le reazioni sono opposte: è legittima o illegittima questa dichiarazione? Quali effetti avrà sul Medio Oriente?

Gli ospiti del 6 dicembre 2017

Franco Cardini,docente di Storia medievale nell’Istituto Italiano di Scienze Umane a Firenze, ricordiamo il suo ultimo libro scritto con Alessandro Vanòli: La via della seta. Una storia millenaria tra Oriente e Occidente (Il mulino). Del 2012 è Gerusalemme. Un storia

Lorenzo Kamel, storico dell’Università di Bologna, responsabile di ricerca dello Iai (Istituto affari internazionali)

Yousef Salman, Presidente Comunità Palestinese di Roma e Lazio

Ariel David, giornalista italo-israeliano, collabora con il quotidiano Ha’aretz

Lucio Caracciolo, direttore di LIMES, editorialista di Repubblica

Comments

comments

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notify me by email when my comment gets approved.