• amianto

    Processo Eternit

    È il 2009 quando si apre a Torino il processo Eternit, una lunga indagine del pm Raffaele Guariniello, unica al mondo, che diventa una tormentata storia giudiziaria. Condanne importanti, ricorsi,

    Leggi tutto »

Consiglio di lettura: La strada di Cormack McCarthy

rollostrada-2

«Guardati intorno, – disse. – Non c’è profeta nella lunga storia della terra a cui questo momento non renda giustizia. Di qualunque forma abbiate parlato, avevate ragione».
Che cosa resta quando non c’è più un dopo perché il dopo è già qui? Generazioni di scienziati, mistici e scrittori hanno offerto in risposta le loro visioni di luce e tenebra. Ci hanno prospettato inferni d’acqua e di fuoco e aldilà celesti, fini irrevocabili e nuove nascite, ci hanno variamente affascinato o repulso, rassicurato o atterrito. Nell’insuperabile creazione mccarthiana, la post-apocalisse ha il volto realistico di un padre e un figlio in viaggio su un groviglio di strade senza origine e senza meta, dentro una natura ridotta a involucro asciutto, fra le vestigia paurosamente riconoscibili di un mondo svuotato e inutile. Resta, perciò, uno sguardo discreto in avanti e forse in alto, oltre a quello nostalgico voltato a rimirare il regno dell’uomo così come lo conosciamo. In questa risposta di McCarthy – epica, elegiaca, mitica, profetica, straziante, universale – resta perfino l’imprevedibile: un’affettuosa quotidianità che consola e scalda il cuore.

Leggi un estratto de La Strada, cliccando qui

Padoan e il Governo sul sistema pensionistico

playmob

Il Governo apre a un intervento sul sistema pensionistico, con il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, che si dice “favorevole a un ragionamento complesso” sul tema. L’obiettivo è doppio: abbassare l’asticella per chi vuole uscire e sbloccare un turnover rimasto al palo. La ricetta è quindi quella della flessibilità, l’alternativa avverte il presidente dell’Inps Tito Boeri è drammatica: “intere generazioni perdute”, dice con assonanza alla lost generation citata dal presidente Bce Mario Draghi. Il problema sono i costi dell’operazione e il sottosegretario Tommaso Nannicini i conti li ha già fatti, “5 o 7 miliardi”, ma lo Stato potrebbe condividere la spesa “con uno sforzo di creatività e soluzioni di mercato”. E qui le banche potrebbero giocare un ruolo, in uno scenario nuovo, con un mix di alternative e un maggiore peso del secondo pilastro.

Guarda il video e leggi l’articolo completo

La fiducia nel futuro

Pulsante_sms_02

Emidio: Ma come si fa ad avere fiducia nel futuro, quando questo non è nelle nostre mani? Certo, sono sempre possibili scelte personali – almeno per chi vive in democrazia – ma la società è guidata dalle decisioni del grande capitalismo finanziario e dai fenomeni globali che nessuno in realtà può indirizzare, di cui sono un esempio i grandi flussi migratori. Anche chi emigra – che sia dal nord o dal sud del mondo – dimostra di non avere alcuna fiducia che le cose cambino nel suo Paese, ma che si può avere speranza solo andando in un altro “mondo”, un mondo che si trova bello e fatto e che deve accettare così com’è.

Eli: La crisi degli ultimi 9 anni è stata indotta per costringere i cittadini europei a sottomettersi al pessimo medello di economia, società, governi voluta dal grande capitalismo ultraliberista finanziario internazionale. Anche sulle pensioni si vuole smantellare il sistema pubblico per sostituirlo con pensioni private che in un attimo possono sfumare per una truffa o un cattivo investimento in borsa (come accade negli USA).

Pensioni, ecco come sono cambiate in 40 anni

pensioni-tuttacronaca3

“Dall’Eldorado delle baby pensioni con il sistema retributivo, all’incubo di oltre 40 anni di versamenti con il sistema contributivo. La storia del sistema pensionistico italiano che ha fatto dell’Inps uno dei più grandi enti previdenziali d’Europa è in continua evoluzione, ma si scontra quotidianamente con interessi divergenti: da un lato quello dello Stato di far quadrare i conti, prima che l’intero sistema collassi, dall’altro quello dei lavoratori che rivendicano il meritato riposo con assegni dignitosi, dopo una vita di sacrifici”.

Segnaliamo un articolo del quotidiano La Repubblica, di Giuliano Balestreri, che fa il punto sulle evoluzioni del sistema pensionistico italiano. Qui il testo integrale.

RUBARE IL FUTURO, LA DURA LEGGE CHE INCATENA LE GENERAZIONI

pasqua

“Le società vecchie sono quelle soffocate dal peso del passato. Le giovani sono quelle che, almeno in parte, se ne affrancano, per guardare liberamente se stesse e deliberare senza pregiudizi. Le età delle società si misurano in “generazioni”. Ma, che cosa sono le generazioni, una volta che, dalla cellula in cui sta il rapporto generativo genitori-figli, si passa alla dimensione sociale in cui migliaia o milioni d’individui si succedono sulla scena della vita, gli uni agli altri? Una volta che si voglia sostenere che una generazione giovane sostituisce una generazione vecchia? La questione ha una storia. Thomas Jefferson disse: «La terra appartiene a (alla generazione de) i viventi» («the earth belongs to the living»).  Quel motto stava a significare che, sebbene ogni costituzione porti in sé ed esprima l’esigenza di stabilità e continuità, non si doveva pensare a una fissità assoluta, a costituzioni perenni e immodificabili. Poiché ogni generazione è indipendente da quella che la precede, ognuna può utilizzare come meglio crede, durante il proprio “usufrutto”, i beni di questo mondo e, tra questi, le leggi e le costituzioni. Ma, qual è la “scadenza” di una generazione, cioè la sua durata in vita?”

 

Continua a leggere l’articolo di Zagrebelsky

Rassegna stampa. Pensioni, costretti a restare giovani

giornali

Pensioni, ecco la nuova flessibilità. Corriere della Sera

L’allarme di Boeri: la generazione 1980 rischia di andare in pensione a 75 anni. Come rimediare?. La Stampa

Pensioni, Pier Carlo Padoan: “Aperto a forme di finanziamento complementare”. Tito Boeri: “Poche buste arancioni per la paura della politica”. Huffington Post

Costi della previdenza/ La svolta è incentivare gli assegni integrativi- Il Messaggero

Riascolta la rassegna stampa di Prima Pagina

1 353 354 355 356 357 396